spaghetti

Formato lungo circolare - citato per la prima volta nel "Vocabolario Domestico" di Giacinto Carena (1846) e in seguito nel "Dizionario Tommaseo-Bellini" (1861-1879) - il cui aspetto evoca, appunto, uno spago. In effetti, legano subito con chiunque li assaggi: impossibile non apprezzarli, specie se abbinati a condimenti semplici e veraci. In linea di massima la pasta lunga non andrebbe abbinata ai sughi di carne, ma a quelli preparati con soffritto d'olio, erbe aromatiche ed eventualmente pesce o verdure. Un errore frequente all'estero, invece, è il piatto di spaghetti conditi con il ragù, con lo spaghetto che scivola nel trito di carne senza che questa possa aderirvi. Eresia.

Immagine della confezione del prodotto
Immagine della confezione del prodotto Zoom

Scheda delle caratteristiche fisiche del prodotto

Lunghezza (mm) 250
Spessore sezione (mm) 1.8
Al dente in (min) 7 Disponibile nel formato da 500 g